Il piacere del gusto

Il ristorante è stato ricavato in una vecchia fattoria di famiglia, ristrutturato agli inizi degli anni Settanta e arredato con mobili originali. La fattoria era al centro di una vasta proprietà che produceva un po' di tutto, com'era tipico delle antiche aziende agricole toscane, piccoli mondi autosufficienti. All'origine "La Chiusa" ospitava un frantoio per l'olio d'oliva con macine a pietra, che serviva tutta la zona ed è stato attivo fino a pochi anni fa. La filosofia del ristorante è stata quella di riprendere e salvare le tradizioni del luogo, di recuperare e mantenere il concetto di "fattoria" con le sue abitudini e le sue tradizioni. Si è quindi cercato innanzitutto di recuperare le vecchie ricette; e poiché i sapori e i profumi delle vecchie ricette si basano sugli ingredienti, Dania e Umberto si sono impegnati nella ricerca ancora più difficile della materia prima, usando i prodotti dell'orto e proponendo solo i piatti della tradizione contadina, seguendo il decorso delle stagioni, dai pici alla ribollita, dalla zuppa di pane alla zuppa di legumi, dalle pappardelle, ai fiori di zucca, dagli sformati di verdure alle fresche insalate. Col profumo del pane fatto nel forno a legna e i colori inimitabili dei fiori di campo sui tavoli.